SNAMI Messina
via Abetone (Villa Lina) Is. 14/a Int. 11
98100 - Messina
Tel. e fax 090 9431316
Martedì, 12 dicembre 2017
HomeOrganigrammaStatuto
 
 
 
 
© 2006 SNAMImessina.it
ISCRIVITI ALLO SNAMI, ENTRO NOVEMBRE 2017
DAI FORZA ALLA TUA VOCE, CON LEALTÀ. CHIAREZZA NEL RISPETTO DI TUTTI È DEL CONTRATTO
  
Comunicati stampa
ROMA - I medici del 118 sono lavoratori che prestano la loro attività secondo un sistema di turnazione che prevede turni notturni per un numero minimo di giorni lavorativi pari se non superiori a 84 per anno. L’impegno professionale e la particolare tipologia del servizio, assicurato prevalentemente su mezzi mobili, all'aperto, e in qualsiasi condizione climatica, ambientale e ad alta intensità lavorativa e stressogena, è tale da determinare un aumento del rischio generico e specifico connesso col forte stress psicofisico, oltre ad un rischio semispecifico a contrarre malattie infettive. Queste le precondizioni annotate dallo SNAMI, che con un documento firmato dal presidente nazionale dello Snami, Angelo Testa, e dal responsabile nazionale di settore, Vito D’Angelo, e indirizzato alla Presidenza del Consiglio, al Ministro della Salute, al Ministro dell’Economia e delle Finanze e al Ministro del Lavoro, viene chiesta in favore dei medici d
Sotto accusa il decreto di riordino della rete ospedaliera e dell'emergenza- urgenza a firma dell'assessore Gucciardi. Le interviste video di Insanitas
Sull’utilità delle ambulanze con a bordo soli soccorritori e non medici, il dibattito prosegue. Nei giorni scorsi il manager dell’Asp di Messina, Gaetano Sirna, le aveva definite “inutili” e potenzialmente pure “pericolose”, mentre ai taccuini di Insanitas il dg del Bonino Pulejo, Angelo Aliquò, ne aveva sottolineato l’importante ruolo (leggi qui). Ora arriva una presa di posizione dello Snami Messina, con una nota firmata dal segretario provinciale Antonino Grillo, di cui riportiamo alcuni passaggi: «C’è il pericolo che venga operata in maniera definitiva la distruzione di un Servizio che funziona, il c.d. “Modello 118 Messina”. I risultati sul campo hanno dimostrato che produce servizi e soprattutto risparmio nel medio e lungo termine. Per questo lo Snami insiste nel dire: “Non si tocchi nulla, giù le mani dalle ambulanze e dai PTE dal 118″».
Caro direttore, Rappresento a Messina uno dei maggiori Sindacati dei Mmg, che in Sicilia ha il maggior numero di Medici che operano nel 118 siciliano. Io non avrei mai pensato, che mi sarebbe toccato difendere il servizio 118, ma fino ad oggi ero convinto che la mia funzione sarebbe stata quella di difendere solo i miei iscritti e la mia categoria! Invece mi sono trovato a difendere uno dei più importanti servizi che garantiscono il diritto alla salute dei cittadini, sancito dalla nostra costituzione. Nei tempi il servizio è stato costruito con sacrifici da parte degli operatori sia medici che autisti soccorritori, riuscendo a dare servizi che hanno reso onori alla sanità siciliana, Rete IMA e STOKE, con riconoscimenti Nazionali da parte del Ministero alla Salute! Ed invece mi tocca difendere un sistema ed i cittadini da rimodulazione e riordini fatte senza capo né piedi da parte di illustri cattedrari che forse non conoscono ne i territori della nostra amata Sicilia ne i risultati raggiunti con sacrifici, adottando dei parametri senza neanche comprenderli! Inoltre leggo nella vostra onorabile testata parole da parte della massima autorità che tendono a confondere i fatti reali con la fantascienza politichese da campagna pre elettorale! Quindi mi corre l'obbligo, dopo aver letto i due articoli, il primo da parte di un Sindaco che si preoccupa della salute dei cittadini, che io condivido perfettamente, ed il sicomdo di risposta da parte dell' Assessore alla Salute Siciliano, che mi fa rabbrividire! Ed allora alle rassicurazioni di mantenimento anzi di potenziamento delle ambulanze del 118 in Sicilia ed in particolare modo a Messina, mi viene d'obbligo fare una domanda tramite la Vostra eccellente ed attenta testa giornalistica all' Assessore alla salute Gucciardi Assessore, lei rassicura il Sindaco di Santa Teresa di Riva, che nulla sarà toccato ma anzi potenziato, ma mi dica, ambulanze Medicalizzate in ghergo sanitario MSA o ambulanze non medicalizzate MSB con solo autista e soccorritore? Ed ancora, mi Sto arrivando! Spiegare a cosa servono le ambulanze che lei vuole lasciare ( mi ripeto MSB) senza Medico se non solo a fare da taxi per portare i pazienti in pronto soccorso già sovraffollati e ridotti di numero? Ed ancora, come conta di mantenere le Reti Tempo Dipendenti (Rete infarto ed ICTUS) Che tanto lustro hanno dato alla sanità siciliana? Ed ancora, come pensa di poter garantire le Emergenze con 13 ambulanze, quando lei ha preteso con decreto, che il 118 potesse effettuare i TSO, che giornalmente si può dire sottraggono un mezzo al territorio per trasferire a 200 ed oltre km un paziente malato di Mente? Ed ancora il decreto sul riordino ancora esiste è non è mai stato ritirato! Ed allora mi corre d'obbligo per chiarezza e in difesa dei cittadini, categoria a cui apparteniamo anche io e lei, le seguenti considerazioni: CIÒ CHE LEI HA DICHIARATO È TUTTO FALSO! MENTE PUR SAPENDO DI MENTIRE, OPPURE NON SA QUELLO CHE DICE! IL DECRETO ESISTE! È NON È STATO MAI RITIRATO O MODIFICATO! LE AMBULANZE RESTERANNO SEMPRE UGUALI FINO AL 31 DICEMBRE 2018, POICHÉ IL CONTRATTO CON LA SEUS, CHE FORNISCE PERSONALE E MEZZI, A TALE SCADENZA, MA LE AMBULANZE CON MEDICO A BORDO SARANNO 13 IN TUTTA LA PROVINCIA DI MESSINA! QUESTE SARANNO IN CHIUSURA! NON SOLO LEI È UN IRRESPONSABILE ED I SUOI ESPERTI INCOMPETENTI, MA PENSA DI POTER PRENDERE IN GIRO, I SINDACI ED I CITTADINI, RITENGO CHE AL POSTO SUO, MI VERGOGNEREI! L'UNICA COSA DEGNA DI NOTA CHE LEI POTREBBE FARE È QUELLA DI RITIRARE IL DECRETO DA LEI EMESSO! AMMETTENDO L'ERRORE COMMESSO DALLA SUA INCOMPETENTE COMMISSIONE! RICORDI CARO ASSESSORE CHE STIAMO DIFENDENDO LA SUA SALUTE, POICHÉ ANCHE LEI È UN CITTADINO! METTEREMO LA SUA DELIBERA ON LINE, PER DIMOSTRARE LE SUE MENZOGNE! Sempre disponibile ad un confronto pubblico con tutti i Sindaci ed i cittadini siciliani! Nino Grillo Segretario Provinciale SNAMI Medico 118 Tel cell 3343705337
Si sono armati di fasce, magliette e cartelloni per urlare “Giù le mani dal 118”, i medici del servizio territoriale sanitario siciliano che sono entrati in stato di agitazione. Le motivazioni sono molteplici, in particolare però, come si legge nella nota emessa dai sindacati, chiedono la riapertura delle trattative regionali a tutela della dignità professionale di tutti i medici Est 118 e a salvaguardia dei livelli assistenziali (Lea) per i cittadini dell’emergenza – urgenza sanitaria. Se a queste richieste non sarà fornita una risposta positiva i medici entreranno in sciopero. «Noi abbiamo cercato più volte dei contatti con l’assessore alla Sanità, Baldo Gucciardi, perché abbiamo un contratto scaduto da dieci anni e non riusciamo ad entrare a far parte della organizzazione del 118. Altri decidono per noi e non veniamo mai coinvolti nelle scelte inerenti al 118, come per la demedicalizzazione delle ambulanze e la chiusura dei Pte (Presidi territoriali di emergenza)- dichiara Marcello Savasta, medico di 118 addetto alla segreteria Snami- ......
Campagna permanente SNAMI contro luso dellalcol da parte degli adolescenti
Le altre News
14.06.2017 - Prodotta oggi la richiesta di inserimento attività didattica inerente ad argomenti di emergenza sanitaria territoriale all’interno del percorso formativo dei medici iscritti al Corso di Formazione Specifica in Medicina Generale.
16.05.2017 - Aggressione al medico di turno presso la guardia medica di Graniti. Una collega subisce atti di violenza da paziente. Reazione dello SNAMI che oltre a esprimere sconcerto propone misure urgenti da adottare a tutela di chi di notte e in solitudine lavora sul territorio.
17.04.2014 - E’ pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 85 dell’11 aprile la circolare della Funzione pubblica n. 2/2014 che indica la possibilità di autocertificazione – con tanto di modulo prestampato da compilare – per i dipendenti pubblici che si assentano dal posto di lavoro per sottoporsi ad esami clinici, visite specialistiche o terapie. Possono altresì auto certificare la presenza a trattamenti o esami ciclici per i quali hanno già presentato la certificazione medica che ne indica il calendario. Tutto ciò non significa ovviamente che possano auto certificare l’assenza dal lavoro senza certificato medico.
17.04.2014 - E’ pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 85 dell’11 aprile la circolare della Funzione pubblica n. 2/2014 che indica la possibilità di autocertificazione – con tanto di modulo prestampato da compilare – per i dipendenti pubblici che si assentano dal posto di lavoro per sottoporsi ad esami clinici, visite specialistiche o terapie. Possono altresì auto certificare la presenza a trattamenti o esami ciclici per i quali hanno già presentato la certificazione medica che ne indica il calendario. Tutto ciò non significa ovviamente che possano auto certificare l’assenza dal lavoro senza certificato medico.
16.12.2013 - Conservare il rapporto duale medico-paziente a tutela del Ssn e delle buone cure ai malati. Mentre per quanto riguarda gli studi medici, essi “devono continuare ad essere presenti capillarmente nel territorio”. Dal 24 gennaio il sindacato lancerà la sua manifestazione per un 'medico di medicina generale non sostituibil
Avvisi e comunicazioni sindacali
Il sindacato si rivolge alla Regione ed alla Procura: "La legge prevede che non debbano essere meno di 3 persone a bordo, invece accade spesso che siano 2, con rischi per i pazienti"
DECRETO 20 novembre 2017. Bando incarichi vacanti di continuità assistenziale accer- tati all’1 settembre 2017. Asp Messina, posti Azienda sanitaria provinciale di Messina – Presidio di Giardini: 1 incarico - 24 h settimanali; – Presidio di Stromboli: 2 incarichi - 24 h settimana- li; – Presidio di Vulcano: 1 incarico - 24 h settimanali; – Presidio di Barcellona P.G.: 1 incarico - 24 h setti- manali; – Presidio di Montalbano Elicona: 1 incarico - 24 h settimanali; – Presidio di Capo d’Orlando: 1 incarico - 24 h setti- manali; – Presidio di Castel di Lucio: 3 incarichi - 24 h setti- manali.
DECRETO 20 novembre 2017. Ambiti carenti di assistenza primaria accertati all’1 set- tembre 2017. Azienda sanitaria provinciale di Messina; Posti Messina 2 Nizza di Sicilia - Fiumedinisi - Alì - Alì Terme 1 Itala - Scaletta Rometta - Villafranca Tirrena - Saponara 2 Roccella - Moio Alcantara - Malvagna - Francavilla di Sicilia 1 Motta Camastra - S. Domenica Vittoria Lipari - Leni - Malfa - S. Marina Salina 1 (obbligo di apertura studio Malfa) Capo D’Orlando - Naso - Caprileone - Castell’Umberto 1
Pagati Emolumenti lavorato ottobre 2017, per Medici Assistenza Primaria, Continuità Assistenziale ed Est. Valuta oggi
Domanda di partecipazione dei medici per incarichi temporanei di sostituzione di Continuità Assistenziale per l’anno 2018, da presentare entro il 18/12/2017.
Rassegna stampa (in coll. con MEDPress.it)
Affiliazione al portale AssoIntesa (sito esterno)...

SNAMI - Messina | Informativa estesa sui cookie