SNAMI Messina
via G. Natoli n. 103 - 2° piano
98123 - Messina
Tel. e fax 090 6413284
PEC: messina@pec.snami.org
Lunedì, 28 settembre 2020
HomeOrganigrammaStatuto
 
 
 
 
© 2006 SNAMImessina.it
SNAMI
Sindacato Nazionale Autonomo Medici Italiani
Assistenza primaria
CERTIFICATI DI MALATTIA, PRESCRIZIONE DIFARMACI EDACCERTAMENTI NON PRESCRITTI DIRETTAMENTE DAGLI SPECIALISTI D’ORA IN POI TOLLERANZA ZERO
31.10.2016
OGGETTO: COMUNICATO STAMPA
CERTIFICATI DI MALATTIA, PRESCRIZIONE DIFARMACI EDACCERTAMENTI
NON PRESCRITTI DIRETTAMENTE DAGLI SPECIALISTI
D’ORA IN POI TOLLERANZA ZERO
Angelo Testa "Lo Snami lancia il «libro bianco» delle prescrizioni indotte e si arriverà alle azioni legali" Domenico Salvago "Sono ridicole le scusanti per non rispettare le norme vigenti".
Roma 31 Ottobre 2016-Replica dello Snami a Maria Adelina Ricciardelli ,past president della Fimeuc, la Federazione di sindacati e associazioni che rappresenta i medici dell'emergenza, dalle cui considerazioni pubblicate sulla stampa emerge il perdurare di una sorta di «delega coatta forzata» da parte degli specialisti nei confronti della medicina generale in tema di ricettazione. "Che i Colleghi ospedalieri e specialisti convenzionati si organizzino" sottolinea Angelo Testa, presidente nazionale dello Snami, "hanno la nostra solidarietà per le varie disfunzioni del loro comparto, ma da questo momento per noi dello Snami la parola d’ordine sarà TOLLERANZA ZERO nei confronti di chi continua sfacciatamente a fregarsene delle regole in tema di prescrizioni. Ci arrivano quotidianamente segnalazioni da tutta Italia di certificati di malattia, farmaci e accertamenti non prescritti direttamente dagli specialisti come è chiaramente normato ed indicato nelle disposizioni vigenti." "Le scuse addotte" continua Domenico Salvago, vice presidente nazionale dello Snami "sono offensive, ripetitive e stucchevoli, della serie: ho appena terminato il ricettario, non c’è linea, oppure per la prescrizione diretta c’è da aspettare molto, anche qualche ora, sino al riferimento estremo: Noi abbiamo molto lavoro, le prescrizioni le faccia fare dal suo Medico, perché se no cosa fa???, e ...se non vuole ricettare le consiglio di cambiare Medico. In Sardegna" continua Domenico Salvago "qualcosa è migliorato per le prese di posizione dello Snami ed anche grazie ad una circolare regionale che ha ribadito le regole in tema di prescrizione diretta e che ha ricordato alle aziende sanitarie l’omissione di atti d’ufficio nel caso in cui non fossero intervenute dopo segnalazioni
formali di inadempienze. Continuano comunque sacche importanti di resistenza e di non rispetto nei confronti dei Medici di famiglia con un danno anche per i pazienti che, in mancanza di una prescrizione diretta, devono fare una ulteriore attesa non dovuta dal proprio medico". "Pretenderemo il rispetto delle norme in essere" conclude Angelo Testa "e le nostre sezioni provinciali, con coordinamento nazionale, attueranno un «libro bianco delle prescrizioni indotte» e procederanno nel sollecitare le aziende sanitarie a censurare i comportamenti di chi perpetuerà la “telenovela delle omissioni”. Lo Snami intende anche promuovere azioni legali nei confronti di chi continua con arroganza a disattendere le regole in tema di ricettazione diretta e pretenderà dagli Ordini dei Medici provinciali sanzioni per gli iscritti che violano palesemente il codice deontologico costringendo di fatto il medico di famiglia a fare lo scribacchino per conto terzi !"
Ufficio Stampa Snami

SNAMI - Messina | Informativa estesa sui cookie