SNAMI Messina
via G. Natoli n. 103 - 2° piano
98123 - Messina
Tel. e fax 090 6413284
PEC: messina@pec.snami.org
Mercoledì, 3 giugno 2020
HomeOrganigrammaStatuto
 
 
 
 
© 2006 SNAMImessina.it
SNAMI
Sindacato Nazionale Autonomo Medici Italiani
Emergenza sanitaria
INFERMIERI, MEDICI E PROFESSIONI SANITARIE “L’ARTE MEDICA E’ INSOSTITUIBILE”
02.11.2015
OGGETTO: Comunicato stampa
INFERMIERI, MEDICI E PROFESSIONI SANITARIE
“L’ARTE MEDICA E’ INSOSTITUIBILE”
Roma 2 Novembre 2015-Polemiche dopo una notizia Ansa per dei protocolli operativi rivolti agli infermieri del 118 di alcune provincie dell’Emilia Romagna che darebbero agli stessi compiti di esclusiva pertinenza medica in termini di diagnosi, prescrizione e somministrazione di farmaci. "Eventuali compiti aggiuntivi agli infermieri" sostiene Nino Grillo , dell'esecutivo nazionale Snami e centodiciottista "dovrebbero essere legiferati perché al momento le norme vigenti non consentono loro di compiere determinati atti per cui non sono stati formati ed eventuali errori ricadrebbero sul Medico, a tutt’oggi l’unico vero responsabile del percorso assistenziale. Ovviamente la competenza in un percorso del genere non può darla il rispetto di un protocollo seppur rigido o un’esasperata pratica informatica, ma esclusivamente la pratica dell’arte medica che è insostituibile. Per Noi dello Snami il malato non può essere visto come una macchina e come tale non possono essere riprese le funzioni vitali rispettando solamente un freddo algoritmo e non la clinica che è di pertinenza della professione Medica. In primis per la tutela della salute del paziente ed inoltre anche per allontanare il rischio dei Medici di venire colpiti da procedimenti disciplinari, e rischio degli infermieri a compiere procedure di un profilo professionale stabilito per legge non corrispondente al proprio". "Non è la prima volta" dice Angelo Testa, presidente Nazionale dello Snami, "che in Emilia Romagna gli Ordini dei Medici intervengono per chiedere che non vengano attribuite agli infermieri competenze mediche al momento non previste, così come non è permesso che i Medici assegnino agli infermieri loro compiti per supplire ad indubbie carenze del 118. l dirigenti regionali Snami dell'Emilia Romagna hanno sempre puntualmente denunciato tali nomalie sia formalmente che attraverso i media. Deve essere sempre ben chiaro chi fa cosa e chi se ne assume le responsabilità," conclude il leader dello Snami "per la sicurezza dei pazienti, per la sicurezza dei Medici."
Ufficio Stampa Snami
SNAMI - Messina | Informativa estesa sui cookie